Talea con idrocoltura

Sono molte le piante che radicano facilmente in acqua,
basterà prelevare una porzione di ramo e inserirla in un vasetto di vetro possibilmente trasparente contenente acqua fresca e limpida.

talea con idrocoltura

Sistemate il vasetto in una posizione luminosa e fate attenzione che i rami siano sempre completamente immersi nel liquido. Con il tempo l’acqua tenderà infatti ad evaporare, ricordate dunque di aggiungerne e ogni tanto di sostituirla. Quando si formeranno le radici, potrete eventualmente mettere a dimora le talee in un vaso contenente buona terra da giardino. Le piantine cresciute con idrocoltura sono più delicate in quanto avranno all’inizio poche radici, fate attenzione a non bagnarle eccessivamente per scongiurare i marciumi radicali e attendete che la terra di coltivazione sia asciutta tra un’innaffiatura e l’altra.

Tra le piante più indicate, Dracaena sanderiana, Ficus benjamin, Hedera helix, Scindapsus aureus (comunemente conosciuta come pothos)

Vivere Country settembre 2016

Rispondi