Cosa fare del giacinto sfiorito e altri bulbi

Non tagliate le foglie del bulbo quando ha terminato la sua fioritura! E' la fase in cui incamera i nutrimenti utili alla sua crescita, lasciate che le foglie completino il loro ciclo vitale fino a che iniziano ad ingiallire.

Ti racconto cosa fare del giacinto sfiorito e altri bulbi

Durante l’inverno, i giacinti appositamente forzati per allietare le case nel periodo più avaro di fioriture, fanno la gioia di molti appassionati. Terminata la fioritura, che in genere dura circa una settimana, recidi alla base lo stelo sfiorito per evitare che la pianta vada a seme e depauperi la parte sotterranea e bagna moderatamente la terra finché le foglie rimangono verdi per permettere di compiere la fotosintesi.

Per chi coltiva bulbi in appartamento anche il fogliame verde può costituire motivo di interesse ed essere molto decorativo, a volte le foglie sono molto lunghe e tendono a flettersi aprendosi verso l’esterno, in tal caso puoi legarle a metà della loro lunghezza con un nastro o uno spago tenuto lasso.

stelo di giacinto in una brocca
                                                                       stelo di giacinto

Non tagliare le foglie dei bulbi sfioriti!

Quando le foglie sono ancora  belle verdi, è la fase in cui il bulbo incamera i nutrimenti utili alla sua crescita e sviluppo, lascia che le foglie completino il loro ciclo vitale fino a che iniziano ad ingiallire e ricorda di continuare a bagnare moderatamente la pianta

A circa due mesi dalla fine della fioritura, quando saranno completamente secche e  quindi croccanti al tatto, tagliale o semplicemente tirale con le mani e vedrai che facilmente si staccheranno (tienile magari da parte ti racconto poi cosa farne) smetti a questo punto smetti di bagnare e tra luglio e agosto, quando il bulbi saranno in periodo di fermo biologico, puoi procedere alla loro estirpazione, toglili dalla terra, puliscili dai residui di terriccio, elimina le radici ed eventuali residui di foglie secche e puoi procedere in due differenti modi:

1- Conserva il bulbo in un sacchetto di carta tipo quello del pane e riponilo in una scatola di cartone da sistemare in un luogo buio e ben aerato fino al momento di metterlo a dimora da fine estate all’autunno.

2- Se hai un giardino o un terrazzo, puoi piantare i bulbi in una buca in piena terra o in vaso sul cui fondo avrai sistemato uno strato drenante, e mi raccomando, se lo pianti in vaso sostituisci la terra ormai esausta con buona terra mista a sabbia. In questo post ti racconto come procedere correttamente

Conserva o metti a dimora solo i bulbi sani e sodi al tatto, essendo piante forzate difficilmente potranno regalare nuovi fiori la primavera successiva in quanto dovranno prima avere il tempo di riappropriarsi di ritmi di crescita più naturali, di solito le nuove fioriture si fanno attendere due o tre anni.

taglio stelo sfiorito
                                                     taglio dello stelo sfiorito di giacinto

Applica lo stesso procedimento anche per tutti gli altri bulbi sfioriti, alcuni potranno presentare bulbilli attaccati lateralmente al bulbo principale, puoi separarli per ottenere più piante. L’operazione si esegue a luglio mentre la pianta è a riposo e soprattutto quando le temperature sono più calde e favoriscono la cicatrizzazione della ferita che si forma nel punto di distacco dei piccoli bulbi. Lascia asciugare qualche giorno la ferita prima di ripiantar

 

eliminare foglie secche
                                                           eliminare foglie secche

 

L’idea in più per riciclare le foglie dei bulbi 

Non gettare il fogliame secco dei bulbi, soprattutto quello fine di muscari e le foglie lunghe dei narcisi, risulta perfetto per realizzare un accogliente letto o se le disponi in forma circolare puoi realizzare un piccolo nido per le uova delle decorazioni pasquali, il periodo in cui sono perfettamente secche e si possono dunque tagliare, coincide spesso con Pasqua!

 

foglie secche giacinto, muscari e narcisi

                                                                                                                foglie secche decorative dei bulbi

Seguimi anche su Instagram @aboutgarden puoi trovare tante consigli di giardinaggio e
ogni giorno condivido nelle stories idee per decorazioni in stile naturale

Buon Gardening

26 Comments

  1. Devo proprio lasciare un commento a quel ” non gettare il fogliame secco da riutilizzare come nido per le uova pasquali”. Trovo l’idea nella sua semplicità e spontaneità commovente. Non so mi ha fatto questo strano effetto. Mi piace molto.
    Brava!!!
    Luisa

  2. Ciao, vorrei chiedere un consiglio… ho 3 bulbi di giacinto che stanno iniziando a sfiorire… se taglio adesso lo stelo e lascio però le foglie che sono belle verdi… c’è possibilità che rifiorisca?

    1. Mi spiace cara che ho letto tardi il tuo messaggio.. nel post c’è scritto tutto. A volte, se sono bulbi forzati, impiegano due o tre anni per rifiorire.

  3. Buon giorno signora Simonetta. Ho il Hyacinthus sfiorito e prima di tagliare alla base come da lei consigliato volevo chiederle se ci siano delle controindicazioni a non farlo. Se non crea problemi lasciare lo stelo floreale vorrei evitare di rimuoverlo. Ringraziandola anticipatamente per la sua risposta le porgo i miei più cordiali saluti.

    1. @sandra
      se è fiorito adesso è sicuramente stato forzato, per quest’anno non credo potrà ripetersi la fioritura, lasciato poi crescere in piena terra riprenderà il suo normale ciclo vitale e fiorirà poi in estate.
      s

  4. mi hanno regalato a Natale un terrarium con 3 bulbi di giacinti. ho tagliato i fiori quando sono sfioriti e le foglie sono rimaste belle fino a settimana scorsa. adesso si sono tutte afflosciate e se cerco di tenerle su, si spezzano. inoltre il vaso adesso è veramente brutto a vedersi. posso togliere i bulbi e metterli in un vasetto perchè continuino il loro ciclo? magari mettendolo all’aperto? grazie!

  5. Salve, tutto molto chiaro, non ho capito solo alcune cose: 1) dopo che ho tagliato il fiore, devo continuare a innaffiare regolarmente il bulbo con le foglie o devo interrompere le innaffiature? 2) Per ora ho la pianta dentro casa, quando ho tagliato il fiore e quindi ci sono solo le foglie, posso mettere la pianta fuori o rischio di rovinarla? 3) Infine, una volta tagliate le foglie secche, interro i bulbi, e il vaso lo lascio fuori o lo devo mettere riparato dove non prende acqua? Grazie.

    1. @Marco
      il bulbo va idratato fino a che le foglie sono verdi, poi può essere lasciati in un vaso e messo magari in un sottoscala al buio. L’ideale sarebbe metterlo in piena terra in giardino.
      Spero di essere stata utile
      s

    2. Ciao, pensa che io avevo tolto fiori e foglie secche dopo la sfioritura e sopra alla terra avevo appoggiato una scatola di cartone. L’anno dopo stavo sistemando e con mia sorpresa ho trovato i bulbi che stavano germogliando e successivamente sono anche rifioriti

  6. buonasera ho tagliato le foglie quando erano ancora verdi e ho messi i bulbi in un vaso più grande coperto di terra.
    Ci sono speranze?
    Ho letto solo ora che le foglie vanno lasciate

  7. Buongiorno, i miei bulbi sono ormai sfioriti, le foglie si sono tolte da sole come da foto, adesso cosa devo fare? metterli in terra coperti oppure prima nel sacchetto di carta e poi ripiantarli a fine agosto?

  8. Scusate, io ho un Giacinto che era piccolo ma con il suo bel fiore durato sino a febbraio,poi ho deciso il fiore seccxo e le foglie sono cresciute immensamente ma sono verdi e rigogliose.aspetto che rifaccia il fiore ma non c’è alcun indizio ….fiorirà di nuovo??

    1. @Lucia
      per quest’anno la fioritura è stata già fatta dal bulbo, procedi come descritto nel post e potrai sperare di vederlo nuovamente fiorito il prossimo anno.

  9. Buona sera, la mia vicina Mi ha chiesto cosa sono quelle “palline” che escono dopo che il fiore si secca, potete aiutarmi?! Grazie

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: