Cosa fare del giacinto sfiorito e altri bulbi

Non tagliate le foglie del bulbo quando ha terminato la sua fioritura! E' la fase in cui incamera i nutrimenti utili alla sua crescita, lasciate che le foglie completino il loro ciclo vitale fino a che iniziano ad ingiallire.

Durante l’inverno i giacinti
appositamente forzati per allietare le case nel periodo più avaro di fioriture, fanno la gioia di molti appassionati. Terminata la fioritura, che in genere dura circa una settimana, recidete alla base lo stelo sfiorito e bagnate moderatamente la terra finché le foglie rimangono verdi  e continuano a compiere la fotosintesi. Per chi alleva piante in appartamento anche il fogliame verde può costituire motivo di interesse  ed essere molto decorativo.

giacinto

NON  TAGLIATE  LE  FOGLIE !!!

E’ la fase in cui il bulbo incamera i nutrimenti utili alla sua crescita, lasciate che le foglie completino il loro ciclo vitale fino a che iniziano ad ingiallire. A circa due mesi dalla fine della fioritura, quando saranno completamente secche, tagliatele e togliete il bulbo dalla terra prima di metterlo in un sacchetto di carta e riporlo in una scatola di cartone da sistemare in un luogo buio e ben aerato fino al momento di metterlo a dimora da fine estate all’autunno. Se avete un giardino o un terrazzo, potrete piantare i bulbi in una buca o in vaso sul cui fondo avrete sistemato uno strato drenante, contenente buona terra mista a sabbia. Mettete a dimora solo i bulbi sani e sodi al tatto, essendo piante forzate difficilmente potranno regalare nuovi fiori la primavera successiva in quanto dovranno prima avere il tempo di riappropriarsi di ritmi di crescita più naturali.

da Vivere Country marzo 2015

taglio stelo sfiorito

Applicate lo stesso procedimento anche per tutti gli altri bulbi sfioriti!

eliminare foglie secche

foglie secche giacinto, muscari e narcisi

L’idea in più:

non gettate il fogliame secco, soprattutto quello fine di muscari e narcisi, è perfetto per realizzare un accogliente letto per le uova delle decorazioni pasquali, il periodo in cui si devono tagliare infatti, coincide spesso con Pasqua!

7 Comments

  1. Devo proprio lasciare un commento a quel ” non gettare il fogliame secco da riutilizzare come nido per le uova pasquali”. Trovo l’idea nella sua semplicità e spontaneità commovente. Non so mi ha fatto questo strano effetto. Mi piace molto.
    Brava!!!
    Luisa

  2. Ciao, vorrei chiedere un consiglio… ho 3 bulbi di giacinto che stanno iniziando a sfiorire… se taglio adesso lo stelo e lascio però le foglie che sono belle verdi… c’è possibilità che rifiorisca?

    1. Mi spiace cara che ho letto tardi il tuo messaggio.. nel post c’è scritto tutto. A volte, se sono bulbi forzati, impiegano due o tre anni per rifiorire.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: