sciroppo naturale per il raffreddore

In questi primi giorni di gennaio
il freddo comincia a farsi sentire e con esso anche i malanni di stagione.
Le proprietà terapeutiche e medicamentose delle piante sono di aiuto nella preparazione di semplici rimedi naturali con ricette tratte dalla farmacia di casa delle nonne. Per alleviare e curare tosse e raffreddore l’azione espettorante e sudorifera dell’Alloro, Laurus nobilis, si unisce a quella antisettica e fluidificante del Limone, Citrus limon per un efficace sciroppo di facile esecuzione.

Condivido con voi la mia ricetta di famiglia.
vi invito a scaricare e stampare l’etichetta dello sciroppo che ho preparato.

free label

Lo sciroppo denso e dolce ha anche un’azione sedativa sui tessuti irritati della gola. Deve essere conservato in recipiente ben chiuso, in luogo fresco e al riparo dalla luce. Il prodotto si conserva per circa 15 giorni.
In farmacia ho acquistato per pochi Euro le bottigliette in vetro scuro che meglio si prestano a preservare le caratteristiche organolettiche degli ingredienti e sicuramente contribuiscono a donare un particolare fascino d’altri tempi al nostro composto balsamico.

… pour mes amies françaises

SIROP NATUREL POUR LE RHUME
13 feuilles de laurier – 1 / 2 livres de sucre – 1l. d’eau de – 3 citrons.
Dans une casserole, faire bouillir l’eau avec les feuilles de laurier ( fraîches si possible, car elles sont plus riches en huiles essentielles ) et les citrons coupés en tranches.
Mélanger et laisser cuire jusqu’à ce que le liquide réduise presque de moitié.
Filtrer le sirop encore chaud sur une gaze placée dans l’entonnoir, puis mettre en bouteille.

une cuillère à soupe deux fois par jour…
Je remercie pour cette traduction ma chère amie Dany.

50 Comments

  1. Bonjour,
    Tres sympa cette recette, mais, je ne comprend rien………je n’ arrive pas a la traduire . Peux tu nous la traduire en francais………bonne journeé.

  2. Nooooo ma questa è davvero una ricetta favolosaaaaaaaaa!!!! Nel prossimo post posso indicarti? Penso che interessi a moltissime persone! Baciii
    p.s. io la farò!!!!

  3. J’ai bien compris pour les 3 citrons non traités,
    l’eau et le sucre
    mais ne comprends pas pour les feuilles
    mais d’après la photo, je suppose que ce sont des feuilles de sauge
    est-ce bien cela ?
    Merci pour cette belle étiquette
    Belle journée Simonetta et gros bisous !

  4. Che belle queste vecchie ricette! Per i malanni di stagione non c’era (e non c’è) bisogno di ricorrere alla chimica…
    La natura ha in sé tante potenzialità di cui spesso non ci ricordiamo: ci nutre, ci copre, ci conforta, ci guarisce…
    …e se invece dello zucchero si utilizzasse il miele?
    Un abbraccio
    Maria B.

        1. io non l’ho mai fatto con il miele, ma x le grandi proprietà che ha credo sia ancora meglio….
          Il miele dolcifica più dello zucchero, ma contiene anche acqua. Per avere lo stesso risultato addensante e conservante dello zucchero, devi usarne circa il 20% in più! fammi sapere

  5. Questo post sembra fatto appositamente per me………..provo subito il tuo rimedio.
    E se non dovesse funzionare, mi rimmarrà (oltre all’influenza) la bottiglia con questa splendida etichetta.
    Grazie!

  6. Grazie per la ricetta! Unico neo che duri solo 15 giorni! Ne si sicura o è solo per cautela? Pensavo già di utilizzarla per le mie amiche del Garden Club!!
    Ciao , a presto Ornella

  7. Grazie mia cara, quindi darò la ricetta alle mie socie del Garden.. che già ti ringraziano… Posso vero? baci ORNELLA

  8. Scusa se torno a farti una domanda: lo zucchero quando lo aggiungi alla ricetta? La bollitura la fai a pentola scoperta oppure per evitare la fuoriuscita delle essenze la copri almeno parzialmente?
    Sono dubbi che mi sono sorti leggendo più attentamente.
    Io di solito lo zucchero lo aggiungo dopo la filtratura, lasciando ancora qualche minuto di bollitura e poi invaso. Che fare? Ciao Ornella

  9. Ciao Simonetta, ho scoperto il tuo blog soltanto oggi grazie ad una cara amica.
    Cosa posso dirti se non… spettacolare !
    Complimenti veramente, da oggi sarò un tuo assiduo lettore (amante di fiori e piante che cerco di tirar su sul mio stretto e lungo balcone :-D)
    Ciao, Jacopo.

  10. Che bel post, bravissima Simonetta. Foto stupende, ottima ricetta. E la confezione un po’ vintage? Adoro.
    E poi sono una grande estimatrice dell’alloro. Ne uso spesso qualche foglia nell’acqua, dove faccio bollire la pastina per mio figlio. Condita poi con olio crudo e parmigiano è una delizia assoluta, e oltre a dare un profumo buonissimo, l’alloro fa davvero bene.
    Un bacio
    Viviana

    1. @Marika
      in effetti ha le stesse caratteristiche medicamentose dell’Alloro, io preparo un ottima tisana Limone e Salvia…
      La mia ricetta di famiglia prevede l’alloro ma credo vada bene ugualmente la Salvia.

  11. Ciao Simonetta!
    Bellissima questa ricetta, adoro i rimedi della nonna. La mia prepara uno sciroppo di sambuco per la tosse che è miracoloso!
    Però anch’io non ho capito quando devo aggiungere lo zucchero… devo farlo bollire oppure sciogliere?
    Ciao
    Sara C.

    1. @Sara
      Lo zucchero lo devi aggiungere a freddo assieme a tutti gli altri ingredienti…Il tutto va boi bollito lentamente.
      Sai che mi piacerebbe avere la tua ricetta di Sciroppo al sambuco?
      grazie

  12. Cara Simonetta,
    grazie di essere passata da me, volevo dirti che giorni fa ho fatto lo sciroppo, e direi che funziona, sia a me che mio marito dopo l’influenza è rimasta una tosse fastidiosa,ora è quasi sparita,l’ha notato anche mio marito, perciò ti ringrazio tanto.
    Un abbraccio Claudia

  13. Ciao,
    ho apprezzato molto il tuo sciroppo e ne ho parlato in un post, oltre ad averlo prodotto! Però mi è venuto un dubbio: per quanto tempo si conserva? Grazie
    Stefania

    1. @Stefania
      grazie di aver condiviso la mia ricetta!
      In effetti si conserva perfettamente per 15 giorni in frigo, ma ho visto che con questo fredo dura molto più a lungo…
      un caro saluto

      1. Quello con l’arancia si è addensato ed è diventato una confettura. L’ho rifatto oggi con il solo limone, vediamo cosa succede, spero di non aver bollito troppo…

        1. @Ery
          sei troppo simpatica!!! non credo ch ela marmellata abbia un ottimo aroma… l’alloro da un sapore piuttosto amarognolo! in effetti non bisogna cuocerla troppo, poi comunque si conserva in frigo e dura un bel po’!

          1. allora ho preparato lo sciroppo e Alessandro (mio figlio grande 16 anni) lo adora! Già lui mangia limoni come fossero mele …quindi quest’alternativa gustosa per curare un po’ il mal di gola è stata promossa a piena voti!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: