Together for Christmas…insieme per Natale

Pochi giorni mancano al Natale
e il tempo non mi è bastato per terminare la tavola botanica che avevo iniziato per la bella iniziativa Together for Christmas!

Peccato, il ritratto ad acquarello di Helleborus niger  forse non riuscirà a vedere il termine! Come spesso accade gli impegni familiari e lavorativi  hanno il sopravvento e impongono di sospendere l’esecuzione del lavoro difficile poi da ultimare in un secondo tempo in quanto i soggetti sono molto effimeri e l’aiuto di una fotografia a volte non basta!

Dipingere ad acquerello botanico è un po’ come ricamare, il  pennello, come l’ago, piccoli tratti per definire un disegno, un lavoro lungo ed impegnativo.

In Italia, questa forma d’arte è ancora poco valorizzata e conosciuta, per quanto le tavole siano precise e rispecchino il soggetto reale, spesso si fa confusione fra stampa ed acquerello botanico. Ma la differenza per un occhio attento è molto chiara e visibile e soprattutto anche il valore dell’opera è molto diverso. Ogni tavola botanica richiede una lunghissima preparazione, occorrono settimane se non mesi per la sua ultimazione ed è per questo che il suo valore dovrebbe essere elevato. In tanti Paesi europei che vantano una grande passione e cultura per la natura e certamente una più lunga tradizione sull’acquerello botanico, si allestiscono mostre, si indicono premi, appassionati e collezionisti si contendono le opere botaniche.

Shirley Sherwood è una delle più grandi collezioniste al mondo, ha iniziato la sua collezione nel 1990 ed ora possiede la più completa scelta di arte botanica contemporanea ed è esposta al pubblico dal 2008 in una galleria permanente presso Kew Garden di Londra.

Ogni anno la Royal Horticultural Society premia con delle medaglie al valore le migliori tavole botaniche.

Qualche anno fa, sempre a Londra, ho avuto il piacere di partecipare ad un’inaugurazione di una mostra di opere di autori vari. Dal momento del’ apertura della mostra, in circa un’ora tutte le opere esposte sono state vendute e il loro costo variava dalle 500,00 Euro per opere piccole fino ai 3,000,00 per quelle più complesse. Credo sia importante diffondere la conoscenza di questa antichissima ed affascinate forma di rappresentazione, l’attenta osservazione che richiede l’acquerello botanico permette di apprezzare e conoscere ancora più a fondo le piante e la natura. I corsi di acquerello botanico sono un ottima occasione per apprendere la tecnica per la realizzazione di una tavola botanica. Anche un principiante, purché dotato di una buona mano nel disegno, può riuscire a creare una vera opera d’arte ritraendo il fiore preferito. Per chi desidera partecipare ad uno dei prossimi corsi di acquerello botanico che organizzo troverà nella sezione del blog dedicata agli eventi, l’aggiornamento delle date e degli appuntamenti.

Saluto e auguro serene festività a tutte le nuove amiche conosciute per questa bella avventura di lavoro collettivo!

Ecco le mie compagne … Nadia che ringrazio per averci fatte incontrare ed aver creato quest’atteso appuntamento del martedì,  e poi ci sono… MarinaNicole,  CristinaMariangelaSara-SarlillaMariaDonataOrnellaVaidaDovileLauraCagouillePatriziaNathFlaviaSimonetta, CamillaRachele CinziaClaudia CousonPoupetteReve de FilDanyBarbara MimmaRitaPaola , GraziaLuli , Monica,Claudia, Milena, MarinaSilvia, Agnieszka,FiorellaMimi du Canada, Raffaella, Lucia, Marcella, Cellorob, Manuela , Lory ,Audrey , Françoise,, Claudia , Roby, Paola , DonaSilvia , DennyNaty&Antoed ancora Laura, Nadine, Paola ed Emilia

***

…ed ancora per questo mese… vi ringrazio se vorrete votare ogni giorno con un clic aboutgarden! (su JE VOTE ) partecipo al concorso di Marie Claire Maison “Blog Déco 2011″

27 Comments

  1. Hai proprio ragione, trovo che in questa cultura di massificazione generale il talento “particolare” dell’artista non è assolutamente valorizzato, purtroppo si valuta soltanto l’aspetto “venale” delle cose, e non ci si rende conto del valore che ha un’opera d’arte come lo sono i tuoi acquerelli. Buon Natale anche a te, Carolina

  2. Ton étude botanique est merveilleuse
    L’hellébore est de toute beauté !
    Bravo pour ce travail minutieux
    Je t’embrasse chère amie et te souhaite de belles fêtes également

  3. Carissima Simonetta, hai proprio ragione!
    Mi chiedo sempre più spesso come è possibile che proprio noi italiani siamo diventati così poco sensibili all’arte, intesa in tutte le sue forme, e così poco obiettivi nella valutazione (e non intendo solo in termini economici) che ne facciamo.
    I tuoi acquerelli sono semplicemente magnifici e se devo essere sincera a me piacciono molto anche “incompiuti”… adoro poter ammirare il semplice tratto della matita affiancato alla dovizia di particolari e sfumature di colore!
    L’Helleborus è uno dei fiori che più mi piace e quest’anno ne avrei voluta una piantina da poter vedere fiorire, ma haimé sembra impossibile poterlo trovare qui da me!
    Ti auguro di poter trascorrere delle serene festività, un caro abbraccio
    Michela

  4. Brava brava brava brava…. tu non sai come ti ammiro, mi piace come presenti la tua passione e le meravigliose opere che fai….. Un bacione e auguri per questo Natale, che sia di pace e serenità! Baci

  5. Grazie mille per tutte queste informazioni e grazie per averci fatto ammirare i tuoi work in progress….
    Buon Natale anche a te
    un abbraccio
    Maria

  6. Ricordo ancora la tua frase:”E’ come ricamare,ma invece dell’ago hai il pennello”! Credo davvero che dietro acquerelli così belli ci sia un grande lavoro, ma il risualtato è davvero spettacolare!
    Un abbraccio e buon natale,
    Grazia

  7. Simonetta carissima,
    hai lasciato qui i tuoi acquerelli, ma li conservo perbenino,
    così li ritroverai qua in Soffitta il prossimo anno, vuoi??
    Ti abbraccio,ti ringrazio della tua parteciapzione e ti auguro Buon Natale
    Baci
    Nadia

  8. Anche se non finito, è splendido così.
    Hai ragione ad usare il condizionale (:”il suo valore dovrebbe essere elevato”) e temo che dovremmo continuare a farlo………..mi sembra che la cultura sia diventata sempre più un optional e il talento sia sempre meno apprezzato.
    Forse abbiamo sbagliato epoca?

  9. come sai, simonetta, questa scarsa attenzione per l’arte sta producendo danni enormi al nostro paese, ma di più alla generazione che ci succederà nella gestione del nostro patrimonio. mio figlio ha un talento notevole per il disegno, ma non mi ha voluto ascoltare quando gli ho suggerito di andare al liceo artistico perchè, mi ha detto, non voleva fare la fine della bidella della sua scuola media…Tu che puoi, usa più che puoi il tuo prezioso talento per produrre bellezza e diffonderla. Sono sicura che è un seme che prima o poi germoglierà. Tanti cari auguri.

  10. Ciao Simonetta,
    anche se incompleto, ma forse proprio perchè incompleto, è una promessa per il futuro, un appuntamento per l’anno prossimo!
    A presto cara Simonetta!
    Barbara

  11. Simonetta, quanto sei cara, grazie. Ti auguro anch’io di trascorrere delle serene , piacevoli feste.
    Un abbraccio
    Viviana
    P.S.L’ alberello di Natale è un amore, le tue decorazioni semplicemente deliziose 🙂

  12. Che lavori splendidi mi piacerebbe ammirarli dal vivo. Sono felice di averti “scoperta”.
    Auguri di un sereno Natale.
    ps. Non hai mai pensato di partecipare alle manifestazioni di Strassoldo?

  13. Carissima Simonetta
    sono felice di averfatto la tua conoscenza ed avere scoperto il tuo mondo, i tuoi magnifici acquarelli. Sicuramente continuerò a farti visita.
    Ti auguro di trascorrere lieti e sereni giorni di Festa con tutti i tuoi cari.
    Nicole

  14. sono assolutamente affascinata….Un helleboro non puo’ mancare nel mio giardino per Natale!
    Bravissima,mi inchino a tanta abilità!
    Sereno Natale!
    Marcella

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: