Info

La mia storia

Solitamente l’amore per le piante e la passione per il giardino si ereditano con l’esempio familiare o di un amico. Per me non è stato così,  fin da piccola avevo le idee chiare, volevo lavorare nella moda e diciottenne mi sono trasferita a Milano, ho disegnato collezioni per alcuni stilisti negli anni di grande fermento creativo, finché non mi sono innamorata, prima di mio marito, dal quale ho avuto tre figli e in seguito delle piante che ho imparato a conoscere attraverso l’esercizio di altri grandi interessi, la cucina e l’acquarello botanico. Palestra dei miei esperimenti è stato il giardino o meglio il boscogiardino, della casa di campagna di famiglia situata nell’entroterra ligure, in un luogo che non risente dell’influenza del mare e dove le estati sono calde e gli inverni piuttosto rigidi. Le piante sono arrivate per necessità di avere prodotti freschi per le preparazioni culinarie, le prime sono state le aromatiche la cui coltivazione mi ha dato da subito grande soddisfazione e successivo coraggio per allestire un piccolo orto.

In questi ultimi anni sono cambiate molte cose nella mia vita, vicissitudini familiari di vario genere mi hanno costretta ad abbandonare il Boscogiardino, anche la sua perdita è stata fonte di grande sofferenza ed è stata occasione di trasformazione, ora sto alimentando la mia passione in una fascia di terreno che ho convertito in un orto dove i fiori fanno da contorno.

Mi diverte preparare composizioni con il materiale regalato dalla natura, raccolto nel nei prati incolti o direttamente in giardino, non torno quasi mai a mani vuote dalle passeggiate nel verde e le tasche non sono sufficienti a contenere i piccoli tesori, un bel ramo contorto, una piuma o anche una piccola pigna, so che prima o poi potranno essere utili.

Cosa amo

Curiosa mi avvicino alle piante e cerco di cogliere i piccoli particolari che a volte possono sfuggire, tocco, annuso e guardo e con quello che trovo creo.

Mi piace sperimentare con le cose semplici che la natura ci regala,

Confesso che la mia grande ambizione è contribuire a far diventare il giardinaggio uno sport nazionale che sono certa renderebbe tutti più sereni e felici, senza gare botaniche, cartellini gialli e rossi o ammonizioni a marcare uno sbaglio.

In queste pagine condivido le mie esperienze, le vittorie ma anche le sconfitte e vi racconto quanto è facile e gratificante occuparsi delle piante in modo semplice e divertente per avvicinarsi al mondo del gardening con un’unica avvertenza: dà assuefazione e sono certa che dopo non potrete più farne a meno!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I miei passi sul web e sulla carta

Dal 2009 ho un blog di giardinaggio che ha permesso di farmi conoscere al grande pubblico e grazie al quale sono stata contattata da alcune riviste specializzate del settore con le quali collaboro  come Gardenia – Casa in Fiore – Vivere Country – Confidenze – Famiglia Cristiana.

Ho realizzato per circa due anni delle “pillole” tematiche televisive per QVC che puoi trovare qui.

A marzo 2015 ho pubblicato per Mondadori “Buon Gardening! Coltivare piante e fiori in terrazzo e giardino, utilizzarli anche in casa e in cucina” e successivamente nel 2017 “Più orto che giardino” sempre per Mondadori, maggio 2020 “Felicità Verde. La piccola guida per coltivare in casa”.

Su instagram mi definisco botanical Influencer e sono seguita da 30k followers, sono presente sia su youtube e da poco anche su tik tok per sperimentare nuove forme comunicative.

Organizzo da 15 anni mostre vivasitiche e progetto giardini e terrazzi.