Dado vegetale

Un prodotto comune come il dado vegetale che insaporisce le pietanze, se di provenienza industriale è un concentrato di ingredienti dannosi.

Hai mai provato a preparalo  in casa? E’ molto semplice e risulta ancora più sano se realizzato utilizzando le verdure e le erbe aromatiche appena raccolte dal proprio orto, un concentrato di salute e bontà che si può trasformare in un dono che farà la gioia di tutti gli amici.

 dado vegetale granulare su tagliere di marmo
                                                                                          dado vegetale granulare

Da grande soddisfazione poter utilizzare le verdure dell’orto, per il consumo immediato oppure per conservarle in vario modo e trasformarle magari per un dono.

Fai buona scorta di carte da pacco e di riciclo, nastri e spaghi naturali, etichette di varie dimensioni (puoi anche disegnarle o utilizzare queste che ho creato appositamente per la marmellata) timbri con alfabeto e tamponi colorati che ti permetteranno di confezionare con cura e originalità i regali dall’orto e avere così sempre a disposizione qualcosa da offrire all’ultimo minuto.

Mi piace cucinare e il dado a casa mia non può mancare, anche una minestrina leggera dell’ultimo minuto con il dado fatto in casa ha tutto un altro sapore.

 

 dado vegetale granulare su cucchiaio
  dado vegetale granulare

Ingredienti per preparare il dado vegetale

 

  • 300 gr. di carote
  • 300 gr. di cipolle
  • 300 gr. di sedano
  • 300 gr. di sale grosso iodato
  • a piacere una zucchina e un pomodoro maturo
  • poco prezzemolo, un po’ di rosmarino, una piccola foglia di alloro e una di salvia.
  • Olio EVO

Trita grossolanamente le verdure, mettile in una pentola insieme al sale e un cucchiaino d’olio e cuoci a fuoco lento con coperchio. Solitamente io utilizzo una pentola di ghisa che mantiene costante temperatura.

Quando i sapori si saranno ben disfatti, in genere basta mezz’ora, togli il coperchio e prosegui la cottura fino a che il composto si presenta sabbioso.

A questo punto puoi scegliere di procedere in due modi differenti a seconda se vuoi ottenere un dado granulare oppure in pasta.

Nel primo caso disponi il composto su una teglia e durante la stagione invernale adagia la teglia su un termosifone fino al completo essiccamento, è il procedimento che preferisco e occorreranno circa 24 ore, altrimenti puoi metterla in forno e cuocere a bassissima temperatura per un’oretta. Rivolta più volte il composto con un cucchiaio di legno e assicurati che le verdure essicchino bene. Fai raffreddare e trita fine il tutto prima di invasare. L’ideale sarebbe un essiccatore ma non tutti ne sono dotati!

Per ottenere il dado in pasta, basta invece tritare il composto tolto dalla pentola e trasferirlo in un barattolo di vetro precedentemente sterilizzato.

Il dado vegetale in pasta si conserva in frigo per circa un mese, granulare anche un anno ma dubito durerà così a lungo a meno che in casa tua si cucini poco.

dado in pasta su piatto di legno
 dado in pasta

E tu di che dado sei?

C’è chi mette anche un po’ di carne per farlo ancora più completo oppure del parmigiano, insomma a seconda dei gusti si possono variare gli ingredienti e farlo  magari anche più speziato.

 

Seguimi su Instagram @aboutgarden puoi trovare tante consigli di giardinaggio che ogni giorno condivido nelle stories insieme a idee per decorazioni in stile naturale, ricette della tradizione con erbe e prodotti dell’orto e suggerimenti per vivere in armonia con ciò che ci circonda.

 

Rispondi