Coltivare l’erba della Pampas e usarla nelle decorazioni

E' questo il periodo per eliminare gli steli fioriti dell'erba della Pampas per far spazio alla nuova vegetazione!

Con il nome latino Cortaderia selloana,
è forse poco conosciuta ma l’aspetto potrà risultarvi decisamente più familiare tanto la sua coltivazione è diffusa.

Il nome comune, erba della Pampas, contradistingue una vistosa graminacea perenne, che raggiunge l’altezza di circa 2 metri molto apprezzata per i grandi fiori piumosi color crema a forma di pannocchia, che compaiono in agosto e permangono fino alla primavera successiva.

In giardino da il meglio se coltivata come singolo esemplare scegliendo una posizione soleggiata o a mezz’ombra in terreno fertile, leggero e ben drenato, nei periodi più siccitosi aumentate la dose idrica. Concimate in autunno e in primavera, con un prodotto a lenta cessione. Non serve altro! Facile vero?

Nella decorazione

Se volete utilizzare le infiorescenze per le composizioni floreali, attendete febbraio-marzo per reciderle muniti di cesoie robuste e guanti anti-taglio in quanto le foglie sono come sottili lame. Molto di tendenza, bastano pochi steli per dare carattere alle decorazioni. Consiglio di toccarle il meno possibile per non disperdere la semenza, c’è chi spruzza un po’ di lacca spray per fissarle ed evitare che volino nell’ambiente, io preferisco evitare ogni intervento chimico.

L’erba della Pampas è molto richiesta anche dalle spose e si presta bene ad essere accompagnata con i fiori più classici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *