jardin de Kerdalo

Ho ancora negli occhi
la bellezza di un luogo magico visitato non più di due settimane fa, nel cuore rimarrà per sempre il ricordo di un giardino maturo che racconta di amore e passione intrecciati alla storia.

***

I still have in my eyes the beauty of a magical place i visited not longer than two weeks ago, in my heart will stay for ever the remembrance of a mature garden who tells about love and passion entwined with its story.

ingresso

carrè de galets

La storia è legata al sogno di una vita, quello del principe Peter Wolkonsky che nel 1965, a 65 anni, decide di ricostruire la proprietà di Kerdalo incastonata in una felice valletta attraversata da un corso d’acqua e di accompagnarla ad un giardino.

***

The story is linked to the dream of a lifetime, that of Prince Peter Wolkonsky that in 1965, at age 65, decided to rebuild the property of Kerdalo, set in a happy little valley crossed by a stream of water and to accompany the reconstruction with a garden.

bosco

Hydrangea

Gunnera manicataGunnera manicata

L’acqua catturata e incanalata segna il passaggio tra diverse stanze vegetali, boschi di alberi che giocano con accostamenti di foliage, radure che svelano all’improvviso specchi acquatici dove rimbalzano infinite gradazioni blu delle Hydrangee, rivelano il gusto pittorico del loro ideatore, e poi cascate sonanti che si perdono in rigogliosi filiceti e come nella favola di Alice intrichi di foglie giganti, di Gunnera manicata. Un sentiero riconduce alla casa padronale che si affaccia sul più bel parterre che io abbia mai ammirato suddiviso a carrè, come nel più classico degli schemi, sottolineati da verdi corridoi di prato che disegnano una croce.  All’interno dei carrè sono sapientemente mescolate piante erbacee e perenni in un tripudio di fioriture libere di crescere e assecondare la più esuberante natura. Lungo due lati perimetrali corre una scacchiera costituita dall’alternanza di quadri d’erba e di galets (ciotoli di fiume). Disseminato ovunque e senza più controllo Erigeron karvinskianus.

***

The water, captured and channeled, marks the transition between different plant rooms, forests of trees playing with combinations of foliage, glades that suddenly reveal water mirrors where the infinite gradations of blue Hydrangeas bounce, they reveal the pictorial taste of their creator, and then sounding waterfalls lost in lush ferneries and like in the story of Alice in Wonderland, tangles of giant leaves of Gunnera manicata. A path leads to the main house overlooking the most beautiful parterre I’ve ever admired, divided in carré, as in most classic patterns, highlighted by green corridors of lawn drawing a cross. Within the carré are expertly mixed perennial and herbaceous plants in a riot of blooms free to grow and accommodate the most exuberant nature. Along two sides of the perimeter runs a chessboard  formed by the alternation of squares of grass and galets (river pebbles). Strewn everywhere and with no more control Erigeron karvinskianus. 

Erigeron karvinskianusErigeron karvinskianus

carré galets

E’ previsto a breve il rinnovamento del manto erboso, un po’ ingiallito dopo 10 anni e più di onorato servizio con una bella sarchiatura e l’aggiunta di nuovo terriccio, fertilizzante e semenza per essere pronto alle visite della prossima primavera.

***

Soon the turf, a little yellowed after 10 years or more of honorable service, will be provided a renewal with a nice weeding and adding new soil, fertilizer and seed to be ready for next spring’s visits.

graminacee e arbusti

graminaceeHakonechloa macra aureola

Con la morte del principe nel 1997 le Jardin de Kerdalo, dopo un periodo di abbandono, è passato alle cure della figlia Isabelle e del marito Timothy Vaughan paesaggista di talento, che lottando contro devastazioni climatiche e incuria del tempo con determinazione e pazienza, lo hanno portato a nuovo splendore.

***

With the Prince’s death in 1997, the Jardin de Kerdalo, after a period of neglect, passed to the care of the Prince’s daughter Isabelle and her husband Timothy Vaughan, a talented landscape painter, that struggling against the climatic ravages and the rack of time passing by, with determination and patience, they resulted in bringing it to a new splendor.parterre

Nel 2005 jardin de Kerdalo ha ottenuto dallo Stato francese la qualifica di “Jardin remarquable”.

Siamo arrivati tardi per visitare il giardino, il lungo viaggio per raggiungerlo ci ha ingannati su tempistica e distanze. All’ingresso una cortese signora ci ha detto di presentarci il giorno seguente… impossibile per noi! Dopo grandi suppliche e tanti sorrisi, il suo cuore si è aperto così come il cancello del giardino permettendoci, in solitudine, di godere della luce più bella dell’ora del tramonto. Un gesto molto apprezzato, uno strappo alla regola con la promessa di raccontare di quell’incanto di terra di Bretagna. Forte della mia investitura di narratrice giardinicola, accresciuta dalla presenza di un curatore di giardini medievali e di un madrelinguista, la nostra strana compagnia italiana è stata evidentemente apprezzata. Solo ora, nel preparare questi scritti scopro che la gentile signora è la figlia del principe Wolkonsky, Isabelle…

***

In 2005, jardin de Kerdalo obtained by the French State the status of  “Jardin remarquable”.

We arrived late to visit the garden, the long journey to get there has deceived us on timing and distances. At the entrance a polite lady told us to report the following day… impossible for us! After great entreaties and many smiles, her heart opened as well as the garden gate allowing us, in solitude, to enjoy the most beautiful light of the sunset time. A gesture much appreciated, an exception to the rule with a promise to tell the enchantment of the land of Britain. On the strength of my investiture as a gardens storyteller, increased by the presence of a curator of medieval gardens and a mother linguist, our weird Italian team was evidently appreciated. Only now, in preparing these writings I found out that the nice lady is the daughter of Prince Wolkonsky, Isabelle…

Verbena bonariensis

Merci encore! Nous aurons toujours dans notre cœur l’image de votre merveilleux jardin.

Jardin de Kerdalo

22220 Trédarzec – Côtes-d’Armor (22)- Bretagne
0033-2-96923594
kerdalo@wanadoo.fr
aperto dal 1 maggio al 1 ottobre tutti i giorni dalle  14h alle 18h

0 Comments

  1. Senza parole!
    È un paradiso!
    …e che privilegio poterlo visitare al tramonto in solitudine…
    La tua storia sembra una favola in un luogo che è da favola!
    Al primo viaggio in Bretagna sarà tappa fissa! Grazie come sempre Simonetta! <3

  2. Tu te promènes beaucoup en France! J’aime la Vendée, mais la Bretagne est aussi très belle (en fait elle est beaucoup plus belle mais comme elle est est moins ensoleillée, les vendéens ne veulent pas le reconnaître!). merci pour ces très belles photos. Laure

  3. Che meraviglia! Mi ha colpito in particolare la composizione geometrica tra erba e ciotoli della scacchiera
    E quale cortesia vi ha riservato la padrona di casa, impagabile

  4. Bellissimo post, il giardino è un incanto ma una cosa che ti voglio dire, o forse ripetere, è che hai veramente il dono della scrittura, leggerti è un vero regalo, aggettivi mai banali e verbi neppure e allora il racconto diventa prezioso, io lo apprezzo tantissimo,
    un abbraccio, Daniela

    1. @Daniela
      ti prego… non sono una scrittrice, forse narratrice, faccio uno sforzo incredibile nel mettere insieme le frasi e cerco di dargli dignità con una forma grammaticale corretta, almeno così mi pare! Quindi non sai che piacere mi fanno questi tuoi elogi, ecco io cerco di raccontare con il cuore e lascio poco spazio, perchè non in grado, alla forma letteraria.
      baci
      grazie

  5. Luoghi come questo rimangono per sempre negli occhi e nel cuore …
    Grazie per la gioia che ci doni condividendo queste incantevoli immagini con noi, Simonetta carissima !!
    Un abbraccio e baci ღ
    Dany

  6. Fa fiorire la fantasia questo luogo incantevole, Simonetta. Grazie per la segnalazione e le foto. Io e mio marito adoriamo la Bretagna e se l’anno prossimo potremo tornarci, questo giardino sarà senz’altro una meta obbligata. Donatella

  7. Perdonami, ho letto dalla tua recensione che il giardino è aperto tutti i giorni, ma sul sito, per il periodo di maggio vale a dire quando ci passerò, parla di sabato e lunedì. Secondo te è un errore? E poi le 18 sono l’ultimo orario di ingresso o la chiusura?
    Grazie per quanto vorrai farmi sapere
    Nicola

    1. @Nicola
      credo che l’info sul sito sia aggiornata, io mi sono riferita all’orario inserito nell’opuscolo distribuito sul luogo. Per quanto riguarda la chiusura, è alle 18,00, oltre non fanno entrare, noi siamo arrivati alle 17,55 e solo dopo insistenti preghiere ci siamo riusciti (però te lo sconsiglio…)

Rispondi a Elena Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: