tempo di olive, in salamonia…

Tempo di olive
e inaspettata occasione per raccoglierle in un pomeriggio di qualche giorno fa. Gesti che non ricordavo quasi più, da bambina avevo qualche volta partecipato alla raccolta che facevano i contadini del Bracco dai quali affittavamo la casa delle vacanze, un rito antico che mi ha dato tanta gioia ripetere e mi ha riportato alla mente tanti lontani ricordi.

Paolo mi aveva chiamata solo per dare una controllata alle sue piante, sistemare gli ultimi acquisti giardinicoli e mi ha poi offerto di cogliere i preziosi frutti dei suoi olivi, maturi al punto giusto.

La quantità necessaria per preparare le olive in salamoia che tanto mi piacciono, uso spesso in cucina e da un po’ mi ripromettevo di fare. La ricetta è quella di Fabio tramandata dai nonni contadini nel ponente ligure, preparata con le olive di Clémence e testata in buona compagnia una sera di settembre…

nell’attesa che le olive in salamoia siano pronte ho preparato per i miei barattoli un’etichetta che condivido con voi, la trovate qui, sia con la scritta che senza,  per la stessa ricetta o per altre preparazioni.

28 Comments

  1. Il mondo è piccolo: la collina del Bracco si vede proprio di fronte a casa mia!
    Anch’io ho raccolto le olive nei giorni scorsi e ne ho conservato una parte per la focaccia, quelle in salamoia, invece, le sta preparando mio papà.

    1. @Barbara
      tanto tempo fa… mi pare un’altra vita, ma ricordi belli, che sanno di focaccia di patate cotta al forno, di pentoloni di salsa sul fuoco, di raccolta di origano e tanto altro ancora! salutami il Bracco!

  2. Accidenti, non ho le olive da cogliere, ma si può andare avanti così 🙁 ?!
    Ma la tua è una splendida ricetta e le etichette sono proprio bellissime, mia raffinata amica!
    Buona domenica cara!

  3. Che fascino Simonetta le tue foto e con quale finezza riesci a far rivivere le immagini ed i gesti che con emozione ti riconducono ai preziosi momenti dell’infanzia …
    La tua etichetta,poi, è di una squisita bellezza!!
    Ti ringrazio ancora una volta per quanto condividi con noi <3
    Complimenti e buon pomeriggio carissima amica ^_^ <3 <3

  4. questa ricetta è davvero intrigante e la terrò presente la prossima volta. Io le ho fatte con un altro metodo che poi spiegherò nel mio post…perchè voglio fotografare i barattoli con le etichette che hai fatto te. Ciao Mariassunta

    1. @Mariassunta
      sapessi quale felicità mi da il sapere che le mie etichette sono davvero utilizzate da voi… grazie, grazie, grazie! Non vedo l’ora di conoscere la tua ricetta, in effetti ogni famiglia ha la sua tramandata dalla propria tradizione.

  5. Che bella esperienza… e le immagini che posti, sono sempre molto belle e d’ispirazione!
    Grazie per la ricetta e le etichette!!!

  6. Grazie, grazie, grazie sia per la ricetta che per le meravigliose etichette!
    Stiamo concludendo in questi giorni la raccolta e sicuramente proverò la tua ricetta. Adoro il tuo blog!
    un caro saluto
    con tanta stima, Loretta

    1. @Loretta
      grazie, grazie, grazie a te!!! Sono felice di condividere con voi il mio lavoro, le mie ricette e la mia passione e quando so che veramente tutto ciò è ascoltato e utile mi riempie di gioia!

Rispondi a Georgianna Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *