chantepleure… pour le jardin Shabby Chic

Antenato dell’annaffiatoio, Chantepleure,
ideato dagli antichi Romani, in grande voga in epoca Medievale quando ancora l’annaffiatoio non aveva fatto la sua comparsa, adempie ancora oggi perfettamente la sua funzione.
Un oggetto affascinante che si presta ad essere inserito anche come elemento decorativo nel giardino Shabby Chic. E’ l’ideale per chi avvia semine e prepara talee la sua delicata pioggia irriga alla perfezione le fragili plantule. Tenete sempre pronta una bacinella o un secchio in zinco con acqua piovana, sarà un vero toccasana per la crescita delle giovani piante.
Un nome poetico Chantepleure… piange versando l’acqua mentre canta la terra e il fiore che bagna!
L’incontro con questo antico oggetto in terracotta è stato al giardino Medievale di Palazzo Madama di Torino. Voluto dal suo curatore Edoardo Santoro è a disposizione del pubblico.

In una piccola vasca agricola di pietra sommersi nell’acqua sono adagiati due Chantepleure in taglia differente. Un cartello esplicativo invita a utilizzare l’oggetto per bagnare le piante.
In attesa di poterlo acquistare direttamente al giardino di Palazzo Madama, potete trovare Chantepleure qui.

27 Comments

  1. Bellissimo! Ma sai che mia sorella Susanna che è stata in vacanza a Torino lo scorso anno ha le foto proprio con questo strumento?
    E dopo aver visto le sue foto, io l’ho acquistato, in occasione della mostra dei ceramisti a Cagliari, da un artigiano francese, ed il mio ha la forma di una donnina ‘La Petit Annik’ che puoi vedere in questo video
    http://www.youtube.com/watch?v=jfdnAQKwb60&list=UUdhV3WEOc9WcY-_NmnjCKSw&index=2&feature=plcp
    Baci cara! ^^♥

  2. Ma che cosa splendida! Chissà magari è possibile fabbricarne uno forando il fondo di un’anforetta… Io ho un bel terrazzo che al momento è triste e vuoto e prima o poi vorrei mettere a dimora qualche pianta facile facile, che sopravviva anche a chi, come me, è la negazione del pollice verde. 🙂 buona giornata

  3. Che bello se lo potessi comprare quí in Olanda lo comprerei subito mi piace molto! Hai sempre post interessanti e c’é sempre qualcosa da imparare! Baci Barbara

  4. non me lo perdo e’ una geniata pazzesca e poi tutto ecologico basta plastica che odio …e’ troppo bello e tu sei sempre dispensatrice di idee splendide
    grazie
    susanna

  5. ciao Simo, sei una vera cacciatrice di tesori inconsueti…è bellissimo e il nome è davvero poetico…in un giardino shabby non può mancare.
    un bacio

  6. Questo modello di innaffiatoio è stato ritrovato in degli scavi nelle vicinanze di Londra databili 1200. E’ stato esposto in una mostra a Parigi…e proprio dal catalogo di quella mostra abbiamo preso ispirazione per il modello che poi è stato realizzato ed esposto in giardino. Tutti i visitatori del giardino lo provano…e l’orto è sempre bagnato!! 😉

  7. Hello Simonetta,
    Thank you for visiting my blog. I am happy to find you, and to make a new blog friend in Italy! This is a beautiful and useful garden object. So old fashion and lovely. A gift from the past.
    Cheers from Washington, DC!
    Loi
    Tone on Tone

  8. bellisimo!!!!!! originale. veramente ho voglia di prendermi uno, vedrò se posso! ma con lui, si può fare l’acqua senza calcare? cose si può avere l’acqua piovana? ho sentito che è migliore per annafiare le piante, sopratutto le ortensie. tanti baci e bello ogni post, c’e sempre d’imparare, trovare delle belle idee. Baci e buon weekend

Rispondi a Francesca Annulla risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: